Dimore Storiche e Lavori di Restauro, Alcuni Consigli per la Manutenzione

 

Nel settore immobiliare c’è una nicchia piccola, ma estremamente importante nel nostro paese: le dimore storiche.

In questo articolo capiamo cosa sono le dimore storiche e diamo qualche consiglio su come affrontare al meglio i lavori di restauro per trovare i giusti restauratori per ciascun tipo di intervento.

Cosa sono le Dimore Storiche?

La legge italiana definisce dimore storiche tutti gli immobili che hanno un interesse culturale e storico.

Possono essere castelli, ville settecentesche, palazzi nei centri cittadini, ville liberty di inizio novecento… c’è una grandissima varietà all’interno della classificazione di dimora storica.

Il termine “dimora” può essere un po’ fuorviante. Infatti solo una parte delle dimore storiche assolve ad oggi una funzione abitativa. Molte sono state ricovertite in musei, sedi di uffici pubblici, aree ad uso pubblico (come, ad esempio, biblioteche), alberghi, ristoranti, etc

Va tuttavia considerato che quesi tutte le dimore storiche in origine erano delle abitazioni.

Le Soprintendenze dei Beni Culturali hanno un elenco degli immobili di interesse storico che viene costantemente aggiornato di anno in anno.

E’ diritto e dovere delle Soprintendenze individuare gli immobili nel territorio che si ritiene siano interessanti da un punto di vista culturale e storico e che, di conseguenza, debbano essere tutelati.

I Lavori di Manutenzione

Quando un immobile viene classificato come di interesse storico e culturale, l’iter per fare dei lavori edili diventa più complesso.

Oltre che i normali permessi che vengono richiesti per tutti gli immobili (ad esempio, I permessi comunali), è necessario anche il benestare della Soprintendenza dei Beni Culturali del territorio di riferimento.

E’ un iter più lungo. Per il quale è necessario avvalersi di professionisti: è infatti necessario fornire una documentazione tecnica specifica alla Soprintendenza dei beni Culturali.

Qualche Consiglio per la Manutenzione delle Dimore Storiche

E’ difficile fare un discorso generico sui lavori di manutenzione di immobili storici. Lo stato degli immobili può variare tantissimo.

Purtroppo molti immobili storici hanno subito scarsa manutenzione e si trovano in uno stato di abbandono. E’ assolutamente necessario intervenire prima di arrivare in questo stato. Molte delle parti che vengono distrutte (come gli affreschi) non possono più essere ricostruiti tramite un intervento di restauro.

Alcuni immobili sono ridotti a stato di rudere e devono essere ricostruiti per la maggior parte, mentre molti immobili sono in buono stato e richiedono una manutenzione ordinaria periodica.

Le dimore storiche hanno solitamente delle metrature molto superiori alla media. Di solito I proprietari effettuano la manutenzione ordinaria e di anno in anno rinnovano una o due sale dell’immobile facendo una manutenzione straordinaria.

Per restaurare sale affrescate è necessario rivolgersi ad aziende specializzate.

Per non pagare commissioni inutili la soluzione migliore non è quella di rivolgersi ad aziende edili generiche o ad architetti, ma di contattare aziende specializzate nel restauro di affreschi, oppure di contattare direttamente i restauratori.

Infatti un intervento di restauro di una sala affrescata viene di solito seguito da un restauratore professionista specializzato in pittura muraria che fa lo studio delle pareti, prepara tutta la documentazione per la Soprintendenza dei Beni Culturali e infine esegue il restauro con l’aiuto di uno o due tecnici del restauro.

Contattando un’azienda edile generica, questa subaffiterà il lavoro a sua volta ad un restauratore e il suo team, però vi troverete a pagare la commissione dell’azienda generica con cui vi interaccerete.

Trovare un restauratore non è facile: di solito si cercano tramite passaparola (magari cercando dei contatti tramite l’ Associazione Dimore Storiche Italiane), oppure potete cercarli su Restauro24, che è un portale che mette in contatto restauratori e committenti ed è attivo soprattutto nel nord Italia.

Conclusione

La manutenzione di immobili storici è purtroppo più dispendiosa rispetto alla manutenzione di edifici ordinari.

Tuttavia con qualche accorgimento è possibile abbassare sensibilmente i costi, soprattutto evitando di pagare commissioni a intermediari che di fatto non eseguono nessun tipo di lavoro né di progettazione, né di esecuzione del restauro.