Case

Come sono fatte e quanto costano le case prefabbricate in cemento

Le case prefabbricate in cemento rappresentano una soluzione alternativa rispetto a quelle in muratura e in legno: ma quali sono le loro caratteristiche più importanti?

Ne parliamo insieme a ABC Costruzioni leader delle casa prefabbricate in Friuli

Scegliere una casa prefabbricata in cemento vuol dire fare affidamento su un materiale che non è solo estremamente solido, ma che si fa apprezzare anche per il suo notevole potere isolante. Il cemento è in grado di durare a lungo nel tempo, il che vuol dire che gli edifici che vengono costruiti con tale materiale riescono a conservare le proprie caratteristiche inalterate anche dopo molti anni. Si tratta di un materiale con doti antisismiche e isolanti, grazie a cui non c’è bisogno di ricorrere a strati supplementari sulle pareti, visto che gli ambienti restano freschi durante la stagione estiva e caldi nei mesi invernali.

Le caratteristiche delle case prefabbricate

Appurati i tanti vantaggi offerti dal cemento, resta da capire quali siano i punti di forza delle case prefabbricate che vengono realizzate con questo materiale. Come noto, la prefabbricazione offre benefici importanti, come per esempio la certezza dei costi e la velocità di costruzione. Infatti di solito per avere una casa prefabbricata in cemento pronta non si deve aspettare più di 4 o 5 mesi, ma questo lasso di tempo può essere ancora più breve nell’ipotesi in cui la costruzione venga effettuata dalla stessa azienda che si è occupata della progettazione.

I costi

In vista della scelta di una casa, la modalità costruttiva determina in maniera evidente il prezzo. Per quanto riguarda le case prefabbricate in cemento, si oscilla tra i 1.500 e i 1.800 euro al metro quadro, facendo riferimento a soluzioni chiavi in mano: vuol dire che tutti i lavori sono stati completati, incluse le fondazioni e con gli allacciamenti. Una casa in cemento costa più o meno come una in legno (sempre rimanendo nell’ambito della prefabbricazione).

Quale materiale privilegiare

Ma visto che non si riscontrano differenze di prezzo particolari fra una casa prefabbricata in cemento e una casa prefabbricata in legno, come si può decidere quale dei due materiali privilegiare in vista di un acquisto? Una risposta universale e definitiva non c’è, nel senso che entrambe le soluzioni hanno pro e contro. Il primo compito dell’acquirente, dunque, è valutare con la massima attenzione i propri bisogni per poi decidere di conseguenza.

Pro e contro del cemento e del legno

Di sicuro il cemento ha bisogno di una manutenzione minima, e in più vanta un livello ottimale di comfort acustico. Il legno, d’altro canto, è un materiale molto leggero, e quindi può essere trasportato in cantiere con semplicità. Inoltre, il suo impatto ambientale è limitato, così come ridotti sono i prezzi finali. C’è da tener presente, poi, che in caso di rivendita il legno assicura un valore più elevato, dato che le case realizzate con questo materiale vengono ritenute sostenibili ed ecologiche. Infine, una casa prefabbricata in legno riesce a resistere agli agenti atmosferici e alle intemperie per molto tempo, senza alcun problema.