Lavastoviglie da incasso Candy: tecnologia e praticità nelle nostre cucine

Oggi, rispetto al passato, lavare i piatti e gli utensili a mano è diventato più dispendioso.
La lavastoviglie, oggetto che era definito un “lusso” in cucina, oggetto che veniva inserito soltanto nella quotidianità di clientela alto-spendente, oggi è diventato un dispositivo indispensabile nella maggior parte delle famiglie. Contemporaneamente i prezzi altamente concorrenziali e l’impatto che essa ha sull’ambiente, in quanto meno inquinante rispetto all’uso di svariati prodotti usati per il lavaggio a mano, ne fanno la “regina” delle cucine. Infine, non dimentichiamo che lo stile delle nuove famiglie, quelle di ultima generazione, vive sempre di corsa. La donna che per antonomasia si occupava delle faccende domestiche, adesso lavora al pari dell’uomo e pertanto trova in questo elettrodomestico un valido complice per ottimizzare i tempi di riordino in cucina.

La maggior parte delle cucine prevede ormai la presenza di vari scomparti a scomparsa, che servono a nascondere i vari elettrodomestici che si moltiplicano all’interno di questa stanza.
Pertanto, anche se quelle da libera installazione furono all’inizio quelle più gettonate, e che nei primi decenni furono le uniche messe in commercio, oggi le lavastoviglie ad incasso sono diventate quelle più vendute, in quanto la cucina componibile è sicuramente di gran lunga quella più venduta e richiesta nella maggior parte delle nostre case.
Candy da sempre leader nel settore degli elettrodomestici, cura particolarmente lo stile e la tecnologia, anche delle lavastoviglie.

Una lavastoviglie che si “comporta bene” deve essere almeno di classe A+, capace di gestire al meglio le varie risorse, cioè l’elettricità, l’acqua e ovviamente il detersivo.
Le lavastoviglie da incasso Candy, sono diventate negli anni sinonimo di affidabilità, efficienza, ma anche di rispetto per l’ambiente e bassi consumi. Non più un lusso quindi, quanto una necessità quotidiana alla quale non poter più rinunciare.
Costruite anche per adattarsi negli ambienti più piccoli, sono pensate per scomparire negli incassi e mobili di svariate cucine componibili. Si adattano alle varie esigenze, grazie ai vari programmi di gestione, che permettono di gestire sia grossi carichi di stoviglie, che quelli più ridotti, sempre rispettando i consumi di acqua e soprattutto luce.

I programmi delle lavastoviglie da incasso Candy sono almeno 6 e questo permette di poter gestire al meglio i lavaggi, a seconda della delicatezza delle stoviglie e anche del tipo di sporco, più o meno ostinato, da rimuovere.
Uno dei programmi più interessanti da usare è “eco”, che permette di ottimizzare il consumo di acqua e luce, garantendo comunque la massima qualità del ciclo di lavaggio, in soli 29 minuti.
Questo di solito è usato per lavare poche stoviglie, come bicchieri o tazze, che non necessitano di programmi aggressivi, a differenza di altri che invece verranno utilizzati per un carico maggiore e più ostinato.
Il tutto è infine costruito con un design ricco di pulsanti e led, che rendono eleganti ed allo stesso tempo intuitive le nuove lavastoviglie da incasso Candy.

In conclusione, il marchio Candy come da sua tradizione, è altamente consigliato per la sua efficienza ed efficacia. Lava molto bene le stoviglie, in silenzio e con bassi consumi, il tutto puntando al rispetto per l’ambiente.
Queste caratteristiche la rendono sicuramente una delle leader nel proprio settore ed è a questo che il marchio deve il proprio successo in Italia ed anche nel resto del mondo.

Subscribe