Scegliere le mattonelle di porfido per muretti

Che cosa sono le mattonelle di porfido per muretti

Le mattonelle di porfido per muretti sono soluzioni molto apprezzate per creare rivestimenti decorativi e funzionali. In commercio si trovano tante soluzioni diverse, così da andare incontro a tutte le esigenze. Ad esempio gli elementi modulari con lati tranciati e piano naturale sono ottenuti segando la lastra oppure spaccandola meccanicamente. La superficie è quella della pietra allo stato naturale del porfido e lo spessore può essere variabile: in questo modo è possibile classificare le mattonelle. Infatti possono essere sottili (tra i 1,5 e i 3 cm di spessore), grandi (alte 5-9 cm) oppure normali, tra i 2 e i 6 cm di altezza. Le piastrelle sono a misura fissa oppure a correre: in entrambi i casi hanno una larghezze da 10 a 40 cm. Le mattonelle di porfido per muretti con lati segati e piano naturale si caratterizzano per le stesse caratteristiche tecniche e classificazioni, tuttavia si ottengono attraverso la fresatu
ra di lastre piano cava. Vengono impiegate in qualsiasi contesto climatico e possono essere molto decorative, soprattutto se si abbinano porfidi diversi.

Le mattonelle con piano lavorato

Per avere un maggior impatto estetico si possono adottare mattonelle di porfido per muretti con il piano lavorato: queste soluzioni hanno superfici e spessori calibrati. Di conseguenza presentano un aspetto più regolare e rifinito con tutti i lati segati che le rende di qualità superiore e adatte per applicazioni di alto livello. Al tempo stesso queste piastrelle sono classificate in diverse categorie a seconda delle loro caratteristiche. Ad esempio gli elementi modulari con piano spazzolato sono ottenute da lastre segate da blocco piano disco e che successivamente sono fiammate e spazzolate con mola diamantata. Si tratta di un accorgimento necessario per eliminare tutte le irregolarità superficiali, così da avere un rivestimento completamente liscio. Invece le piastrelle con piano fiammato sono sottoposte semplicemente a fiammatura, qu
indi la superficie è simile per composizione e colore a quella naturale. Lo spessore è di 2, 3 o 4 cm, i lati sono fresati, la lunghezza è a misura fissa oppure a correre e la larghezza va dai 20 ai 40 cm. Sono soluzioni ideali per i rivestimenti verticali in quanto coniugano una grande resistenza e una notevole bellezza. Elementi molto raffinati presentano un piano semilucido o lucido: nel primo caso le mattonelle vengono sgrossate, levigate e lucidate al 70%. Invece una superficie lucida si ottiene per abrasione impiegando speciali mole diamantate.

I prezzi per il porfido per esterni

Il porfido è presente in varietà diverse, che si caratterizzano per un aspetto, una colorazione e sfumature differenti a seconda della località di estrazione. Scegliere una varietà invece di un’altra ha un impatto notevole sul prezzo in quanto alcuni porfidi, come quello del Trentino o di Varese, sono molto pregiati e decorativi (http://m.trentinocorrierealpi.gelocal.it/trento/economia/2016/09/17/news/cave-di-porfido-si-cambia-qualita-e-tutela-del-lavoro-1.14115842). Le soluzioni più economiche impiegano le varietà nei toni del marrone e del grigio e i prezzi sono diversi in base alle dimensioni degli elementi modulari. Ad esempio le varietà meno pregiate si trovano a 35 euro al metro quadrato se le mattonelle hanno un lato di 10-12 cm. I costi salgono a 70 euro al metro quadro se hanno dimensioni di 18 cm. Agli importi bisogna aggiungere anche le spese della manodopera e questo
fattore influisce in maniera sensibile sul costo finale dell’opera, che può raggiungere i 100 euro per metro quadro.

Subscribe