Pavimento in resina: caratteristiche e vantaggi di una scelta

Per la sua resistenza e la garanzia di un ambiente del tutto igienico, il pavimento in resina è un tipo di pavimentazione molto utilizzato negli ambienti domestici.

Tra le principali caratteristiche possedute da questi rivestimenti, secondo il noto portale www.pavimentiinresina360.com, vanno indicati i seguenti elementi: l’assenza di fughe; una texture connotata da diverse sostanze sintetiche di natura polimerica; una buona durata nel tempo; l’impermeabilità;  la non alterazione agli sbalzi di temperatura; l’inattaccabilità da parte di muffe e di batteri. La resina utilizzata per la creazione di questi pavimenti è di natura sintetica, ottenuta mediante degli specifici processi chimici industriali che danno forma ad una vasta gamma di pavimentazioni in resina tra cui: quelli in pellicola sottile dal leggero spessore; la versione ecologica in resina cementizia; il pavimento in malta resinosa che mixa insieme malta e resine epossidiche oppure acriliche; la copertura in resina autolivellante per una distribuzione uniforme.

Sul mercato sono disponibili diverse varianti di colore dando forma ad una variegata sezione di soluzioni creative per un totale di migliaia di tinte. Inoltre, poi, è possibile personalizzare la pavimentazione durante la fase di distribuzione del prodotto, per cui chi distribuisce la resina sulla superficie potrà conferire un aspetto finale particolare.

 

Se si sta pensando di realizzare il pavimento in resina bisogna valutare bene le caratteristiche ed i possibili vantaggi da ascrivere a questa superficie, a partire dall’igiene garantita dall’assenza di fughe, dove in genere si riversano germi e batteri. Si tratta inoltre di superfici facili da lavare in quanto non è richiesta un’eccessiva manutenzione, per cui non vengono richiesti prodotti specifici per l’igiene domestica. Inoltre, il lavaggio di questa tipologia di pavimentazione risulta alquanto semplice e facile. Questo genere di pavimento si dimostra resistente agli agenti chimici inoltre la resina è un buon conduttore di calore, per cui può essere adoperato nei luoghi con temperature rigide ma anche nel caso in cui si dispone di riscaldamenti al pavimento. Le resine sono in genere prive di odori ed offrono una superficie solida, per cui se lo strato sottostante viene preparato in modo consono  non si vengono a formare crepe e solchi antiestetici che possono causare nel tempo deterioramenti.

Dal momento che si tratta di pavimentazioni dotate di uno spessore esiguo, per la loro implementazione non è sempre richiesto di intervenire per modificare porte e portefinestre durante l’installazione, per cui  può ricoprire qualsiasi pavimentazione già esistente.

 

Categorized: Case, General

Tags:

Subscribe