Le porte per garage e le caratteristiche dei materiali

 

Non ci rendiamo conto dell’importanza della porta del garage fin quando non ci si presenta il problema della sua sostituzione. Purtroppo l’usura e il tempo possono arrecare danni irreversibili, a questo punto non perdiamoci d’animo, armiamoci di pazienza e prendiamo in esame l’acquisto di un prodotto valido e funzionale.

Preventivamente prendiamo le misure dello spazio disponibile, valutiamo la possibilità di scegliere un’apertura di tipo basculante, scorrevole o sezionale ricordandoci che non tutte offrono la stessa modularità e alcune hanno bisogno di spazi ben definiti per essere aperte.

Le porte per garage basculanti funzionano con un sistema di contrappesi, sono formate da un unico blocco che sollevato dal basso si dispone a fine corsa perpendicolare al soffitto. Sono le più utilizzate nei garage condominiali, maneggevoli e pratiche sono preferite per la loro economicità.

Esteticamente più belle, ma decisamente più costose sono le porte e portoni garage di tipo sezionale. Solitamente costituiti da pannelli incernierati in orizzontale, si alzano in altezza scorrendo su guide verticali ed anche in questo caso la disposizione finale è parallela al soffitto.

Per l’installazione delle porte garage e la posa in opera è consigliabile affidarsi a un centro specializzato, il fai da te in questo caso è sconsigliato, eseguire un montaggio a regola d’arte ci consentirà, in caso di malfunzionamento di avvalerci delle garanzie d’intervento e riparazione.

Per ciò che riguarda il materiale di costruzione della porta non abbiamo che l’imbarazzo della scelta: fibre di vetro, legno più o meno pregiato, alluminio e acciaio. In base alle nostre possibilità economiche potremo scegliere quelli più appropriate ma valutiamo preventivamente il luogo in cui saranno installate perché l’ambiente circostante potrebbe non essere compatibile con il nostro tipo di preferenza.

Il legno è un materiale che ben si presta alla realizzazione delle porte per garage, può essere verniciato con tinte abbinabili al resto della casa. Purtroppo esige una manutenzione attenta e una cura superiore di quelle di tipo ferroso.

L’acciaio può essere una scelta definitiva per le più svariate esigenze, resistenza, durata nel tempo e manutenzione minima rende le porte di questo tipo preferite da molti. Da non sottovalutare però il peso complessivo e la possibilità di ammaccature.

Le porte garage in alluminio si possono definire tra le più economiche del mercato, leggere e non intaccabili dalla ruggine possono essere tinteggiate col colore preferito, in caso di deformazioni possono essere riportate allo stato originale anche con poca manualità.

Per evitare di compiere qualsiasi tipo di manutenzione possiamo indirizzarci verso un prodotto in vetroresina. Questo materiale è disponibile in tantissimi colori e disegni, si abbiamo bisogno di termo isolare il vano garage possiamo scegliere una porta in fibra di vetro isolante che ci permetterà di contenere le spese energetiche.

 

 

 

Subscribe