Donne single e l’acquisto della casa

 

Cosa vogliono le donne?”

Su questa domanda si è sviluppata nel tempo una cospicua dose di filmografia e libri. Se tuttavia si volesse contestualizzarla alla realtà odierna una risposta ci sarebbe: le donne vogliono una casa tutta loro.

È questo il dato che emerge da una indagine svolta negli Stati Uniti e pubblicata di recente dal Corriere della Sera. Da questa indagine risulta che negli Usa quasi un quinto della clientela delle agenzie immobiliari è rappresentato da donne single interessate ad immobili in vendita.

Sulla distribuzione interna a questa percentuale non ci sono elementi prevalenti. Ci sono donne tra i 25 ed i 35 anni che hanno iniziato a lavorare e che magari, godendo di una buona posizione economica, decidono di investire i propri risparmi nel mattone. C’è poi una fetta di donne single che invece provengono da rapporti matrimoniali (e non) andati in frantumi, e che decidono di costruirsi una nuova vita partendo da una casa di proprietà

Questo è ciò che avviene negli Stati Uniti. Ed in Italia? Nel nostro Paese non è disponibile ancora una indagine simile. Tuttavia incrociando alcuni dati è possibile dire che la situazione italiana non è molto diversa da quella americana.

Basti pensare ad esempio che secondo le stime fornite dal Gruppo Toscano, al momento, la percentuale di single che richiede un mutuo per l’acquisto della prima casa è assolutamente paritaria tra uomini e donne; e già questa rappresenta una novità di rilievo rispetto al passato quando i richiedenti erano prevalentemente di sesso maschile.

A corroborare le stime del Gruppo Toscano arriva un altro dato più specifico fornito da un portale web specializzato in mutui; secondo questo dato calcolato su base nazionale, nei casi in cui il mutuo è intestato ad una persona di sesso femminile, 6 volte su 10 si tratta di donne single.

Subscribe