Multe annullate alle banche: le motivazioni del TAR

 

Multe annullate alle banche: le motivazioni del TAR

L’Antitrust aveva comminato sanzioni per mancata applicazione del Decreto Bersani in ordine alla portabilità dei Mutui

Ciò che aveva indotto l’ Antitrust a comminare le sanzioni (per un totale di 10 milioni di euro) erano stati i comportamenti messi in atto da 23 istituti di Credito colpevoli di non aver garantito la portabilità dei mutui verso istituti che offrivano condizioni migliori. Alcuni “orientando il cliente a scegliere la piu’ costosa opzione della sostituzione”, altri costringendo i clienti a “pagare oneri non previsti dalla legge” violando “l’obbligo di diligenza professionale previsto dal codice del consumo, anche con informazioni incomplete e inesatte”.
Il TAR ha motivato la propria decisione sia non riscontrando nei comportamenti delle banche la presenza “di elementi univocamente indizianti la presenza di una pratica commerciale scorretta” sia sostenendo “l’originaria incompletezza delle indicazioni legislative, ma soprattutto la carenza di compiute indicazioni in ordine alle connesse modalità attuative”; cosa che “ha impedito alle banche di acquisire la necessaria e completa consapevolezza sulle condizioni suscettibili di dar luogo alla surrogazione del mutuo“.

Se ti è piaciuto questo articolo potresti essere interessato al nostro network di blog professionali dedicati all’ impresa.


Subscribe